07/17/2017 - 11:45am      11:45

Tu sei qui

TEATRO COMUNALE, I PRIMI DUE APPUNTAMENTI DI BOLZANO DANZA


redazione-it
0

3417

0

2
Italiano

“Link”, la 33esima edizione di Bolzano Danza, apre all’insegna della differenza. Il sipario si alza questa sera (alle ore 21) al Teatro Comunale su una compagnia mai vista in Italia, Ballet of Difference, fondata e guidata dal coreografo americano Richard Siegal. Tre titoli esplosivi racchiusi sotto il titolo di "My Generation", per una compagnia che nasce con l’idea di celebrare la diversità. Definito dal quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung “il più innovativo ed eccitante dancemaker della sua generazione”, lo statunitense Richard Siegal dalla primavera 2016 ha fondato una nuova compagnia il cui nome svela la chiave del suo approccio artistico: Ballet of Difference. L’idea è quella di celebrare la diversità della nostra società al fine di sostenere con forza i concetti di migrazione e integrazione.

In BOD, abbreviazione che sta per Ballet of Difference, Siegal presenta otto ballerini sospinti nello spazio con energia. Linee nette, scarpette da punta come perni al pavimento, geometrie che ricordano William Fortyshte con cui Siegal ha a lungo collaborato. Sulla musica etnica-elettronica di Dj Haram i danzatori si librano creando giochi di pieni e vuoti che i costumi ‘gonfiabili’ di Chromat esaltano.

Ballet of Difference crea ponti anche grazie a uno spiccato approccio interdisciplinare: Siegal infatti ha un’affinità speciale con l’avanguardia pop e la moda, come dimostra il trittico di lavori che Bolzano Danza ospita in prima ed esclusiva nazionale. La stilista islandese Edda Gudmundsdottir - che veste tra gli altri l’icona Björk - e altri tre innovatori della moda come il designer tedesco Bernhard Willhelm, la designer Marta Jakubowski, e la fondatrice del marchio americano Chromat, Becca McCharen-Tran (che veste Madonna e Beyoncé) hanno collaborato ai costumi di My Generation. Dopo lo spettacolo seguirà un talk con l’autore nel foyer del Teatro (alle 22.30 circa). Prima dello spettacolo ci sarà alle ore 20.00 in Piazza Verdi un’esibizione di Schuhplattler con il gruppo popolare di Villandro.

È poi la volta dei “10 Miniballetti” di Francesca Pennini. Coreografa dal segno graffante, ironica e impegnata Francesca Pennini, per la prima volta a Bolzano Danza, presenta il suo assolo di successo domani 18 luglio (alle ore 21) sempre al Teatro Comunale. "10 miniballetti" scaturisce da ricordi d’infanzia e dalla trasposizione ironica della passione per la danza di Pennini. È uno spettacolo in bilico tra geometria e turbinio aereo, sogno e realtà, correnti e bufere, nonché droni volanti e virtuosi grands jetés. Tutte allegorie di una passione sentita fin dall’infanzia come testimonia il quaderno delle elementari che la performer consulta durante lo spettacolo su cui sono annotate coreografia mai eseguite prima. Una dichiarazione d’amore alla danza condotta con la consueta alternanza di serio e faceto, cifra indelebile della coreografa.

Per informazioni e biglietti: www.bolzanodanza.it

(Foto: Bolzano Danza / Ray Demski e Marco Davolio)


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets