11/19/2015 - 12:45pm      12:45

Tu sei qui

CA' DE BEZZI, NOTE TRAVOLGENTI E SERATA DI GRANDE JAZZ


Ritratto di Mavi
Mavi
0

2533

0

7
Italiano

È stato un appuntamento imperdibile per gli amanti della musica jazz. Nell'ambito delle Club Series, organizzate dal Südtirol Jazzfestival Alto Adige, nella cantina spettacolo del Ca' de Bezzi si è esibito il quartetto Amok Amor. La formazione è composta dal giovane batterista tedesco Christian Lillinger, dal bassista svedese Petter Eldh, da Wanja Slavin, sassofonista tedesco vincitore del premio Echo e, non ultimo, dal trombettista americano Peter Evans. Una formazione internazionale che si è esibita a Bolzano dopo aver fatto tappa a Berlino, Graz, Birmingham e Londra e prossimamente sarà impegnata a Vienna.

L'atmosfera si fa presto travolgente e il pubblico, molto attento e coinvolto, si lascia trasportare dalle note sfrenate e non manca di omaggiare con applausi alcuni passaggi del trombettista Peter Evans. I quattro musicisti seguono le partiture musicali ma suonano energicamente lasciando grande spazio a travolgenti improvvisazioni. In particolare è il carismatico batterista Christian Lillinger, con doti musicali eccezionali e una grande capacità di rovesciare il flusso musicale, a scombinare il tutto. Sorprende con l'introduzione di strumenti non convenzionali, come un imbuto che irrompe nell'insieme ritmico e stride sui piatti della batteria o addirittura sul pavimento, ritoccando il tutto con improvvisazioni di alto livello caratteristiche del miglior jazz. 

 

(Foto BM / Michele Lonardi)


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets