05/26/2017 - 1:25pm      13:25

Tu sei qui

IL RISVEGLIO DELLA NATURA AL BIOTOPO


Ritratto di Mavi
Mavi
0

420

0

4
Italiano

Con l’arrivo della primavera e del clima che torna ad essere mite e gradevole, anche la natura si risveglia dal torpore. Un’escursione nel verde è l’occasione ideale per esplorare la ricca varietà di piante e animali e come cambia il loro aspetto con la nuova stagione. Il centro della primavera che sboccia è l’ecosistema del Lago di Caldaro, a due passi da Bolzano, con il suo percorso naturalistico. Il lago, che si estende per circa 130 ettari, è il più grande bacino dell’Alto Adige ed ha un’importante funzione naturalistica: è una sosta importante per migliaia di uccelli in migrazione, ospita animali inclusi nella Lista Rossa delle specie in pericolo; inoltre è l’habitat dove gli uccelli acquatici nidificano e pesci e anfibi depongono le loro uova. Intorno al lago, un tragitto lungo sette chilometri permette di osservare questa grande varietà di animali.

Sebbene tutte le stagioni, grazie al clima favorevole, sono popolate da piante e animali, è in primavera che la natura si risveglia e la vegetazione appare più rigogliosa. Il canneto perde il suo colore marrone. Nuovi germogli cominciano a spuntare e in pochissimo tempo ritorna ad essere di un vivido colore verde. Le orchidee che crescono in natura sbocciano in maniera appariscente. Insieme ad altre specie di piante dalle fioriture variopinte. In primavera fiorisce precoce l’erba cornetta con i petali di un giallo intenso. Così come i piccoli fiori gialli dell’eliantemo. Il risveglio della natura riguarda anche gli animali. Nei mesi più rigidi la maggior parte degli anfibi è in letargo; in questo periodo dell’anno migrano verso stagni e paludi. Il viaggio in realtà è breve ma coinvolge un numero consistente di animali. La rana di montagna è una delle prime a partire, verso febbraio. Rospi e tritoni depongono le uova in primavera e dopo pochi giorni i girini sgusciano in acqua. E non è raro incontrare anche la gallinella d’acqua, le tartarughe o qualche anatra durante una passeggiata in primavera inoltrata.

Info: Associazione Turistica di Caldaro al Lago T. 0471 963 169 info@caldaro.info 

(Foto: Ass. Turistica di Caldaro al lago Helmuth Rier / Sepp Hackhofer / Erich Obrist) 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets