05/25/2017 - 6:45pm      18:45

Tu sei qui

OPERA, LA NUOVA STAGIONE EVADE DALLA REALTÀ


Ritratto di Mavi
Mavi
0

675

0

1
Italiano

È una stagione giovane, ma di indubbio valore artistico. Opera 20.21, la rassegna operistica a cura della Fondazione Haydn, raggiunge il suo terzo anno d'età e si presenta con un cartellone - cinque i titoli in programma - che chiude una trilogia sulla vita. Dopo The Irony of Life e Love and Other Cruelties, segue ora Escape from Reality. L'ironia della vita, l'amore e la fuga dalla realtà. Tutti temi che avvicinano l'arte alla vita e dalla quale, viceversa, traggono linfa. «L'arte da una parte ci permette di sottrarci alla realtà, dall’altra rappresenta un'occasione per riflettere sul nostro essere», ha sottolineato il direttore artistico Matthias Lošek durante la conferenza stampa di presentazione. L'obiettivo, ancora una volta, è quello di valorizzare le opere di autori contemporanei, senza mancare di omaggiare il passato. «Non sarà lavorare con la tradizione del passato, ma lavorare con la tradizione del presente», conclude con un motto Lošek.

Ed è proprio con un brillante compositore del nostro tempo, l'austriaco Johannes Maria Staud, che si apre la nuova edizione. La prima rappresentazione italiana di "Die Antilope" che ha già riscosso grande successo all'Opera di Colonia, andrà in scena sabato 2 e domenica 3 dicembre. Staud sarà inoltre protagonista di un'importante novità: "Artist in Residence", il nuovo progetto per vivere l'opera a tutto tondo. Il secondo appuntamento è al Teatro Sociale di Trento il 20 e 21 gennaio quando verrà rappresenta l’opera del compositore leccese Roberto Vetrano ispirata alla figura del fisico Ettore Maiorana. A febbraio spazio invece ai due progetti vincitori del concorso Fringe, ideato dalla Fondazione Haydn per valorizzare l'espressività artistica in regione: Gaia, del compositore di origine altoatesina Hannes Kerschbaumer e Curon/Graun del gruppo OHT - Office for a Human Theatre di Rovereto. L'ultimo appuntamento è con un grande classico amato dal pubblico, "La Traviata" di Giuseppe Verdi nella rilettura odierna del regista bolzanino Andrea Bernard.

Confermate anche per la prossima stagione le iniziative per avvicinare il pubblico all'opera. "Oper.a Backstage" che permette di curiosare dietro le quinte degli spettacoli e "Oper.a Intro" per approfondire i temi trattati prima della visione dello spettacolo. I teatri di Bolzano e Trento saranno inoltre collegati da un servizio shuttle, da prenotare al momento dell'acquisto dell'abbonamento o del biglietto. A partire dal 30 maggio sarà possibile sottoscrivere i nuovi abbonamenti. I biglietti per i singoli spettacoli sono in vendita dal 1° giugno. Tutte le informazioni sul sito internet www.haydn.it


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets