04/20/2017 - 10:15am      10:15

Tu sei qui

ZILLA BAGS, LA MODA MADE IN BOLZANO


Ritratto di Roberta
Roberta
0

897

0

5
Italiano

Gli accessori speciali hanno sempre una storia da raccontare. È il caso del marchio di borse Zilla, nato dall’estro creativo della stilista bolzanina Sylvia Pichler. Nata e cresciuta a Bolzano, architetto di professione, ha inaugurato oltre dieci anni fa un piccolo atelier. Un universo colorato dove poter disegnare, tagliare e cucire le sue creazioni. Che sono uniche anche per i materiali utilizzati, come filtri d’aria per cappe da cucina, lattice, gomma vinile, spugne, metalli in pellicola. Dalla combinazione di design e riuso di materiali innovativi rubati al mondo dell’edilizia e abbinati a quelli tipici della pelletteria, Sylvia ha dato vita ad una stravagante e ineguagliabile collezione di borsette. Creazioni concepite come “case mobili”. E infatti il suo motto è “My bag is my castle”. Dalla sua prima borsa realizzata con la spugna arancione - quella utilizzata negli uffici per bagnare i francobolli - Sylvia ha lavorato senza sosta continuando a progettare nuovi “castelli da portare a passeggio”. Clutch, shopper, tracolle, sacchetti dal design lineare che si possono anche trasformare. Che ispirano curiosità e accendono la voglia di toccarli. La loro caratteristica è quella di non avere loghi, ma tanto stile e di essere pensate per donne sicure, determinate e grintose. Zilla è un brand che non dimentica le origini altoatesine e per il prossimo inverno ha pensato di trasformare il loden, il tessuto di lana tipico, in un accessorio fashion. Sylvia gioca con la tradizione e sperimenta. Ne è un esempio la rivisitazione in chiave metropolitana del classico zaino da caccia in pelle e tela grezza usato in Alto Adige. Il risultato è una pratica citybag unisex. Un’innovativa trasformazione che è specchio del nostro tempo, senza però dimenticare le radici, il passato e la tradizione.

(Foto: Claudia Corrent)


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets