03/28/2017 - 10:59am      10:59

Tu sei qui

PELLICOLE D'AUTORE


redazione-it
0

625

0

2
Italiano

C’era una volta Bolzano Cinema… Eh sì, è una storia orgogliosamente datata, quella del cinefestival bolzanino nato come Filmtage/Bolzano Cinema e ora cresciuto grazie a nuove sezioni, stimolanti laboratori, valorizzazione delle produzioni locali, ospiti importanti, coinvolgimento dei giovani.

La 31° edizione di quello che oggi si chiama Bolzano Filmfestival Bozen, dal 5 al 9 aprile andrà in scena nelle sale del cinema Capitol ma anche in altre location. Insomma, una rassegna in crescita, capace di confermare la propria vocazione di ponte fra Nord e Sud, di confronto fra la cinematografia dei Paesi tedescofoni e quella italiana, prezioso anello di una catena di rassegne internazionali che lavorano in sinergia.

È Antonella Arseni, del direttivo del Filmclub – l’associazione che organizza da sempre il Bolzano Filmfestival –, a spiegarci quali saranno i punti di forza della 31° edizione: “Le novità dello scorso anno sono state tutte confermate e anzi valorizzate. In particolare il coinvolgimento dei giovani con una giuria tutta loro ha dato ottimi risultati. Confermati anche i partner e le location che affiancano il Capitol: il Museion, ad esempio, ospiterà un paio di proiezioni”.

Il superospite di questa edizione sarà Michele Placido, al quale verrà assegnato il Premio alla Carriera. Confermata poi la presenza di Daniele Ciprì nella giuria e la proiezione del suo film “È stato il figlio”. Presenti con le loro produzioni alcuni cineasti del Lussemburgo per la rassegna Focus Europa. “E poi valorizzeremo alcuni personaggi locali – spiega Martin Kaufmann, direttore artistico del Filmfestival e storico fondatore della rassegna –: quest’anno spazio al lavoro della casa di produzione locale Miramonte”.

Un impegno che non si limita alle singole proiezioni: “Eh sì – ci dice Helene Christanell, direttrice del Filmfestival – le cinque giornate della rassegna sono vere giornate: partiremo già al mattino con la conferenza stampa quotidiana per dare risalto ai vari appuntamenti. E poi i laboratori Final Touch, offerta formativa per giovani filmmaker, gli incontri, le proiezioni…”. Con una nuova medaglia al collo, ci spiega ancora l’inesauribile Antonella Arseni: “La novità di quest’anno è che abbiamo ottenuto il Going Green Event, la certificazione di evento ecosostenibile”.

(di Fabio Zamboni / Foto: Film Festival) 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets