03/15/2017 - 5:17pm      17:17

Tu sei qui

“CON SPIETATO ARDORE”


redazione-it
0

549

0

5
Italiano

di Fabio Zamboni 

Se la via che gli hanno dedicato a Bolzano è defilata, legata com’è soltanto all’ingresso di un parcheggio sul Lungoisarco, una ragione ci sarà. E in effetti Josef Mayr-Nusser è poco conosciuto. Ecco perché sarà una preziosa occasione per conoscerlo meglio lo spettacolo teatrale a lui dedicato intitolato “Con spietato ardore” della Compagnia teatroBlu. Ma chi era Josef Mayr-Nusser? Figlio di contadini con un maso alla periferia di Bolzano, impiegato per poter mantenere la famiglia, attivista e poi dirigente dell’Azione Cattolica, era nato nel 1910 ed aveva dunque solo 35 anni quando il 24 febbraio 1945 fu lasciato morire di stenti in un treno merci che lo stava portando a Dachau. La sua colpa fatale? Essersi rifiutato di giurare fedeltà a Hitler in nome di Dio dopo essere stato arruolato a forza nelle SS. Un martire della propria coscienza e della propria coerenza, dunque.

Ma che cosa ci racconterà lo spettacolo teatrale scritto, diretto e interpretato da Nicola Benussi, responsabile della compagnia teatroBlu?

“Non sarà la storia della sua breve vita. Vogliamo piuttosto puntare i riflettori sull’uomo, sulla forza delle sue idee e della sua coerenza, sul valore dell’esempio. Quindi useremo pochi riferimenti storici, dando spazio anche ai suoi scritti”.

Come mai uno spettacolo su un personaggio in qualche modo scomodo, soprattutto per i sudtirolesi?

“È vero, è scomodo, anche per la sua scelta di essere Dableiber al momento delle Opzioni* del 1939, di aver scelto la cittadinanza italiana. Ma è giusto occuparsene anche in teatro, con uno spettacolo che ha una sua leggerezza. L’idea, all’interno di un percorso sulla religione che il Teatro Cristallo ha battezzato “Le vie del sacro”, è nata proprio dalla possibilità di dare spazio a un uomo che oggi sarebbe quasi anacronistico, disposto com’era a morire per le sue idee. E non è stata la coincidenza con la beatificazione a indurci a portare la sua storia in teatro, beatificazione prevista proprio nel 2017”.

“Con spietato ardore”, un titolo curioso.

“Spietato è il finale di questa vicenda, l’ardore è quello con cui il protagonista difendeva i suoi principi. Fino alla morte”.

Info: 

“Con spietato ardore: Josef Mayr-Nusser” andrà in scena al Teatro Cristallo di Bolzano giovedì 16 marzo alle ore 21. Info: Teatro Cristallo www.teatrocristallo.it, tel 0471 202016.

*Le "Opzioni" furono un accordo del 1939 tra Italia e Germania che prevedeva la possibilità per i sudtirolesi di rinunciare alla cittadinanza italiana e trasferirsi nei territori del Terzo Reich. I "Dableiber" furono coloro che scelsero di restare nel Trentino-Alto Adige.

Foto: Compagnia teatroBlu / F. Comina, “L’uomo che disse no a Hitler”, Trento, Casa Editrice Il Margine


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets