03/15/2017 - 11:15am      11:15

Tu sei qui

CRISTINA DONÀ E IL "TRIO INEDITO" AL CARAMBOLAGE


Mattia
0

467

0

1
3.55
Overall rating
Musica
4.0
Atmosfera
3.8
Pubblico
3.5
Allestimento
2.9
Italiano

Il Carambolage ospita la cantante Cristina Donà, una delle voci più originali della scena musicale italiana. Prima artista a salire nel 2001 sul palco della manifestazione Meltdown Festival alla Royal Festival Hall di Londra, nel corso della propria carriera artistica la Donà ha da sempre collaborato con artisti del calibro di Mauro Pagani, e poi ancora Giuliano Sangiorgi, Morgan, Subsonica, Marlene Kuntz e PFM, solo per citarne alcuni.

Ospite illustre del Carambolage, Cristina Donà inaugura a Bolzano come madrina la prima edizione del Singer-Songwriter Festival, la rassegna dedicata ai cantautori che vedrà la partecipazione di Sarah Lesch e del cantautore altoatesino Martin Perkmann.

Sul palco del Carambolage ieri sera Cristiano Calcagnile alla batteria e il polistrumentista Saverio Lanza. Il direttore musicale Vittorio Albani presenta il primo come "un vecchio amico" mentre di Saverio Lanza - che si destreggia tra basso, chitarre elettriche, tastiere e cori – dice: «tanti strumenti per un uomo solo, riserverete un bel po’ di applausi a questo signore». E poi la protagonista della serata a formare, stando alle parole della stessa cantante, "un trio inedito".

Il trio si esibisce riproponendo i migliori brani della cantautrice, tra cui “Ho sempre me” tratto dall’album di esordio “Tregua” (1997), nato dalla collaborazione artistica con gli Afterhours e il frontman del gruppo Manuel Agnelli e accolto dal pubblico con sorprendente plauso e dalla critica con l’assegnazione della Targa Tenco per il miglior album di debutto. Dallo stesso album anche "Stelle buone", una canzone d’amore alla quale la cantante – ammette – è particolarmente affezionata.

E poi ancora, dal suo secondo album "Nido" il brano omonimo e "Goccia", una delle più amate dal pubblico presente. Tra quelle più coinvolgenti anche “Dove sei tu”. La cantante non si risparmia e omaggia il suo pubblico con “Il senso delle cose” che ha vinto la terga Tenco nel 2015 e “Così vicini”. Per finire con il bis “Triathlon”, richiesta a gran voce dal pubblico, ritmata e saguigna lascia la prime file esterrefatte.


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets