03/10/2017 - 4:12pm      16:12

Tu sei qui

FRANZ ANTON VON KOFLER, UN PIONIERE DELLA MODERNITÀ


Ritratto di Mavi
Mavi
0

526

0

3
Italiano

Guardiamo indietro di due secoli e immaginiamo una Bolzano diversa da come appare oggi. Le strade di sera non illuminate a sufficienza e il progresso tecnologico ancora lontano. Un lungo periodo sonnacchioso e particolare per Bolzano. La città sembra attraversare inizialmente una profonda crisi identitaria perché ha perso quel suo ruolo di prestigio all'interno dei grandi flussi commerciali. A dare una sterzata e a cambiare il volto della città sul finire dell'Ottocento ha contribuito un imprenditore lungimirante e illuminato: Franz Anton von Kofler. Personaggio oggi quasi del tutto sconosciuto ma che è legato alle innovazioni e ai cambiamenti di quel tempo. A questo precursore delle grandi novità, il Museo Mercantile ha dedicato una mostra personale. Una retrospettiva che mette insieme materiale inedito, dipinti e oggetti ma anche documenti preziosi di prestatori pubblici e collezionisti privati. Sono diversi i motivi per celebrare questa figura del passato così affascinante e sicuramente non comune. Innanzitutto Franz Anton von Kofler fu il primo Presidente della Camera di Commercio nel 1851. Ma non solo. Kofler fondò a Bolzano nel 1848 il cotonificio, la prima vera fabbrica intesa in senso moderno. Un'iniziativa che segnò un momento cruciale nella storia economica della città perché andò a minare un tabù radicato e la ritrosia dell'élite bolzanina nei confronti della manifattura. Infine fu anche protagonista di un evento che trasformò l'aspetto delle strade di Bolzano: l'introduzione dell'illuminazione a gas. Oltre ad essere un imprenditore e uomo politico di grande intraprendenza e attivo su diversi fronti, Franz Anton fu anche un attento e sensibile amante dell'arte e un collezionista di castelli. Una caratteristica non comune per gli imprenditori dell'epoca. Con un approccio moderno si occupò della valorizzazione del Castello di Presule (Schloss Prösels) e di Castel Sant'Antonio (Schloss Klebenstein) di sua proprietà e di Castel Roncolo (Schloss Runkelstein) di cui era affittuario, in un periodo in cui non esisteva ancora un'istituzione destinata a questo scopo. Una figura, dunque, degna di approfondimento storico. E una mostra che la celebra ma che non si ferma alla sola biografia. In questo caso, ricostruendo le vicende personali di Franz Anton von Kofler, si ha anche il modo di indagare un'epoca e ricostruire lo spirito di quel tempo. Le innovazioni e i cambiamenti che segnarono la vita urbana e l'economia della città e che ci portano ai giorni nostri e a Bolzano così come la conosciamo.

A Franz Anton von Kofler, imprenditore illuminato e primo Presidente della Camera di Commercio di Bolzano, il Museo Mercantile ha dedicato una mostra personale temporanea dal titolo "Fabbriche, castelli e modernità. Franz Anton von Kofler: un protagonista nella Bolzano dell'Ottocento". L'esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 31 ottobre 2017 dal lunedì al sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.30.

Per ulteriori informazioni:

Museo Mercantile della Camera di commercio di Bolzano

tel. 0471 945 530, e-mail: mm@camcom.bz.it.

(Foto: Museo Mercantile) 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets