02/21/2017 - 12:42pm      12:42

Tu sei qui

FRESU E DI BONAVENTURA, UN VIAGGIO IN MUSICA AL CARAMBOLAGE


Mattia
0

1016

0

1
4.27
Overall rating
Musica
4.6
Pubblico
3.8
Atmosfera
4.4
Italiano

Al Carambolage il duo composto da Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura conduce il pubblico del teatro bolzanino in una esperienza musicale che è quasi un viaggio. Un viaggio, come spiega Fresu prima di dare il via alle danze, "composto di canzoni che amiamo, senza porci il problema di che cosa sia, se jazz o non è jazz”. Il primo, sardo, trombettista e flicornista di fama internazionale. Il secondo, marchigiano, noto bandoneonista-pianista. Entrambi musicisti di strumenti a fiato, d’aria e di respiro, si uniscono in una coppia ormai consolidata.

Nel loro ensamble si fonde, amalgamandosi alla perfezione, l’eccellenza musicale dell’isola e del continente in una “affinità elettiva” davvero di alto livello per l’intensità e la purezza dei suoni. Alternandosi in una danza dai tratti mistici, nella atmosfera unica del club bolzanino, percorrono con lirica ed eleganza, quasi in simbiosi, una vasta gamma di cromature musicali, eseguendo con estrema naturalezza funambolismi tecnicamente eccellenti e reintepretando un repertorio variegato e composizioni proprie. Il duo si destreggia dal “Minuetto in Sol Minore” di Bach al brano cileno “Te recuerdo Amanda” di Victor Jara. Composizioni popolari bretoni alla bossa nova. Ma anche brani tratti dal loro disco “In Maggiore” e alcuni lavori come “Laude novella”, una rielaborazione della raccolta dei canti dei pellegrini del 1200. E poi ancora brani sudamericani come l’uruguagio “Se va la murga” e “Que serà” di Chico Buarque - celebri le versioni italiane di Ivano Fossati e Fiorella Mannoia -, rivisitazioni di canzoni italiane popolari come “Non ti scordar di me” degli anni cinquanta.

Tutti “mondi molto diversi”, come spiega lo stesso Fresu. Ed ecco che ritorna la metafora del viaggio: «Si parte e ci si ferma nei luoghi che ci piacciono senza sapere quali sono. Questo è il viaggio che a noi piace di più». Fresu, che ci ha abituati ad una sperimentazione inarrestabile e costante, torna con un progetto musicale nuovo e originale. E rivela: «A Bolzano e al Carambolage ci sentiamo a casa».


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets