10/19/2016 - 1:23pm      13:23

Tu sei qui

I TIROMANCINO AL CRISTALLO: MOLTO PIÙ DI UN CONCERTO


Ritratto di Mavi
Mavi
0

6228

0

3
4.45
Overall rating
Musiche
4.7
Luci
4.5
Pubblico
4.6
Allestimento
4.0
Italiano

Che sarebbe stato più di un semplice concerto c'era da aspettarselo. I Tiromancino hanno scelto la cornice di una sala di teatro per esibirsi a Bolzano e dare il via alla loro tournée invernale, dopo gli ultimi successi discografici. L’atmosfera intima e familiare con cui era stato presentato l’evento non si è fatta attendere. Lo spettacolo è stato un matrimonio perfetto tra la band romana, sulla scena musicale da oltre vent'anni ma continuamente capace di emozionare, e un pubblico - non solo di giovani- che fremeva in poltrona, lasciandosi coinvolgere dall’entusiasmo e dal ritmo della band. La sala gremita e acclamante è stata la conferma di un successo già annunciato dal sold out dei biglietti, esauriti in poco tempo. La sala del Cristallo ha fatto anche da cornice ideale a brani intensi e ricercati e ad una piacevole serata di musica.

I Tiromancino non si risparmiano e regalano al pubblico una performance intensa e piena di piccole sorprese. A partire dall'ingresso di Federico Zampaglione, leader del gruppo, dal fondo della sala del teatro quando il sipario è ormai aperto e sul palco i musicisti danno il via al concerto. "Piccoli miracoli" e "Tra di noi" sono una scelta quasi obbligata per aprire lo show e presentare, nella prima tappa del tour invernale, i due singoli con cui è stato lanciato l'ultimo album Nel respiro del mondo. Nella prima parte spazio anche alle note di "Angoli di cielo" e, accolto con grande acclamazione, ad uno dei successi storici: "Per me è importante".

Federico Zampaglione annuncia molte sorprese per la serata e si presenta, dopo la pausa, solo sul palco accompagnato dalla chitarra, guidando gli spettatori per mano in una dimensione acustica accogliente e suggestiva, che ricorda una serata a casa tra amici più che una serata a teatro. Particolarmente toccante è la versione in chiave blues di "Imparare dal vento" e l'esecuzione di "L'alba di domani", presentata dall'autore come una canzone ritrovata dopo molto tempo.

L'avventura in chiave acustica continua anche con gli altri musicisti sul palco. Arrangiamenti nuovi, entusiasmo, sorrisi e dialogo continuo con i suoi fan. Sul finale della serata il front-man invita qualcuno dal pubblico a raggiungerlo sul palco per un bicchiere di vino sui divanetti disposti accanto a chitarre e tastiere. Presenta questa parentesi acustica come un'atmosfera confidenziale e un "bell'attimo tutto da descrivere", facendo il verso ad una delle canzoni più famose. Il finale è intenso, con brani arrangiati in maniera insolita, canzoni tratte dell'ultimo album e dedicate all'ispirazione e all'influsso che il mare ha su di noi e un omaggio toccante al grande amico Lucio Dalla.

Il concerto a teatro dei Tiromancino ha inaugurato la nuova rassegna “Racconti di Musica”, curata dell'Associazione L'Obiettivo. I prossimi appuntamenti della stagione sono il 22 novembre con Dente e il 6 dicembre con Nada sempre al Teatro Cristallo. 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets