09/28/2016 - 12:42pm      12:42

Tu sei qui

HAYDN, SI INAUGURA LA NUOVA STAGIONE LIRICA


redazione-it
0

618

0

3
Italiano

Uno spettacolo presentato in prima italiana con un allestimento grandioso, curato dal Theater St. Gallen, che prevede quaranta comparse in scena. Apre in grande la nuova stagione OPER.A 20.21, la Stagione d’Opera Regionale organizzata dalla Fondazione Haydn di Bolzano e Trento. Sarà l'opera Written on Skin di George Benjamin, uno dei maggiori compositori contemporanei, ad inaugurare la seconda edizione con la direzione artistica di Matthias Lošek, venerdì 7 ottobre alle ore 20 (replica domenica 9 ottobre alle ore 18) al Teatro Comunale di Bolzano.

Written on Skin è il primo di cinque titoli riuniti intorno al tema “Love and other Cruelties”. “Amore e altre crudeltà”: un filo rosso che ben illustra i molteplici risvolti, gioiosi ma anche dolorosi, persino crudeli, che accompagnano il sentimento più forte e universale di tutti.

Ambientata nella Provenza del XIII secolo, l’opera si sviluppa attorno all’intreccio fra amore, erotismo, potere e morte, sullo sfondo di un ménage a trois dal finale tragico: l’autore del libretto, Martin Crimp, si è ispirato alla leggenda del trovatore catalano Guilhem de Cabestanh, raccontata anche nel Decamerone di Boccaccio. Nell’opera si narra di un uomo ricco e potente (The Protector) che commissiona a un giovane artista (The Boy) un libro illustrato per celebrare il suo potere. Il libro e il suo autore scatenano la ribellione della remissiva moglie dell’uomo, Agnès, che si innamora del ragazzo e lo costringe a raffigurare nel libro la loro relazione. Il marito non può quindi evitare di comprendere ciò che vede: uccide l’artista e offre il suo cuore a Agnès, che viene costretta a mangiarlo. Lei, non viene meno al proprio impeto di ribellione e va incontro alla propria morte, piuttosto che farsi uccidere. L’intera vicenda è osservata da tre misteriosi angeli del XXI Secolo.

Le musiche di George Benjamin, eseguite dall’orchestra posizionata sullo stesso palcoscenico, sono un susseguirsi di raffinatissimi colori orchestrali e di ingegnose invenzioni timbriche, anche grazie all’impiego di strumenti particolari quali la glassarmonica, una viola da gamba bassa, due mandolini, un campanaccio e steel drums.

Sia il 7 ottobre (ore 19) che il 9 (ore 17) è prevista nel secondo piano del foyer del Teatro Comunale un’introduzione all’opera curata da Giacomo Fornari.

Il 6 ottobre alle ore 18.00 avrà luogo al Parkhotel Laurin l’Oper.a Lounge dal titolo “Gli affari dell’amore: La svendita dei sentimenti”. L’obiettivo è quello di avvicinare il pubblico all’opera contemporanea e introdurre tematiche attuali in relazione all’opera rappresentata.


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets