09/04/2015 - 6:43pm      18:43

Tu sei qui

MACCHÉ OUT! - BOLZANO FESTIVAL BOZEN, BOLZANO DANZA E TRANSART


redazione-it
554

1640

0

3
Italiano

Succede tutte le estati: Bolzano si trasforma durante le settimane più calde dell’anno in una frizzante capitale dell’arte attirando un vasto pubblico di giovani talenti, operatori culturali e appassionati da tutto il mondo. Se Bolzano, d’estate, si veste di nuovi colori come direbbe Lucio Battisti, questi colori sono soprattutto quelli che piacciono ai giovani. Le attrazioni legate alla cultura sono infatti, da anni, preziose opportunità per chi la musica la fa e per chi la ascolta. Perché la città diventa una piccola grande capitale della musica classica rivolta ai giovani, oltre che di festival “giovani dentro” come Transart e la collaudatissima rassegna Bolzano Danza. Concorso Busoni e festival delle Orchestre giovanili europee sono i richiami più attesi, quest’anno, dentro il Bolzano Festival Bozen. Ce ne parla il responsabile artistico Peter Paul Kainrath: “Questo è l’anno del Busoni, perché l’evento pianistico internazionale compie 60 anni e abbiamo voluto fare le cose in grande. Il concorso assegnerà gli attesi premi scegliendo fra i 27 finalisti selezionati lo scorso anno. Da sottolineare che la giuria è composta da dieci primi premi dello stesso Busoni, il che garantisce un’attenzione particolare.” Altri due dettagli preziosi: quest’anno fra i concorrenti ci sono nomi nuovi, concorrenti che esprimo nuove realtà rispetto ai “filoni” precedenti. E Bolzano poi sarà invasa da giovani pianisti locali che suoneranno nelle strade e nelle gallerie, un’occasione importante per giovani talenti. A proposito di giovani, torneranno ovviamente le grandi orchestre giovanili europee, cuore del Bolzano Festival. In agosto la EUYO proporrà un nuovo progetto utilizzando l’originalissimo spazio di una grande tenda mongola allestita in piazza Walther, mentre la GMJO si presenterà guidata dal grande Herbert Blomstedt. E poi spazio anche alla nostra Accademia Mahler con Daniel Harding direttore. Sarà insomma un’estate caldissima, per la musica classica. Per quanto riguarda Transart – di cui Kainrath è creatore e direttore artistico – dal 9 al 26 settembre celebreremo la 15ma edizione con un inedito progetto che si muoverà fra Museion e Galleria Civica, con la partecipazione dei giovani talenti del Quiet Ensemble di Roma. Fra le star, i vecchi leoni del rock industriale tedesco Einstürzende Neubauten. Ma anche Bolzano Danza intensificherà la sua vocazione giovane. Il direttore artistico Emanuele Masi punta l’accento sul nuovo filone che metterà a confronto maschile e femminile (con ampio spazio alle coreografe, spesso trascurate), e sul network nazionale Anticorpi XL che sostiene i giovani emergenti e che a Bolzano proporrà tre nuovi coreografi fra i quali è stata selezionata la ladina Anastasia Kostner. “Per quanto riguarda gli ospiti più attesi – annuncia Masi – mi piace sottolineare la presenza di Carolyn Carlson in veste di coreografa, il ritorno di Olivier Dubois e l’arrivo del talento bolzanino Ivan Cavallari come coreografo della compagnia di Strasburgo che ora dirige”.


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets