09/21/2018 - 5:25pm      17:25

Tu sei qui

DANZA, TEATRO, MOVIMENTO


redazione-it
0

194

0

1
Italiano

Dal 29 settembre al 16 novembre ritorna il festival itinerante di teatro danza Alps Move che quest'anno farà tappa a Bolzano e anche a Lana, Merano, Fié allo Sciliar e Ortisei. Nella rassegna con 17 produzioni saranno coinvolti danzatori, performer, coreografi, registi e produttori. Il filo rosso scelto per questa edizione è il dialogo con le proprie radici, un tema che ogni artista interpreterà in modo individuale.
 
Avviato nel 2006 dalla Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza, il festival Alps Move si è posto l'obiettivo di creare una rete per gli operatori della danza locale, aiutare i giovani ad avviarsi al professionismo e portare le produzioni in luoghi periferici rispetto ai tradizionali centri della cultura e dello spettacolo.
 
La rassegna apre una finestra sul variegato mondo della danza contemporanea e del teatro sperimentale vissuto e prodotto da artisti altoatesini operanti in provincia o all’estero. Un’occasione questa per conoscere un microcosmo artistico che è estremamente vivace. Si comincia sabato 29 settembre alle ore 20.00 (incontro alle 19.30 davanti all’Ufficio Turistico di Fié), con Little Arizona, vero e proprio preludio del festival ad opera dei fratelli Claudia e Benjamin Tomasi.
 
Il festival si fermerà alla fine a Bolzano con vari appuntamenti: il 9 novembre alle 20.00, al Teatro Comunale di Gries, andrà in scena Lucy, della bolzanina Stefania Bertola, un excursus sull’evoluzione del corpo femminile e la sua percezione nella storia, seguito dalla performance di teatro sperimentale Before I was Born, di Errante Teatro Danza. In conclusione la compagnia toscana Company Blu, di Charlotte Zerbey e Alessandro Certini metterà in scena The Trip, viaggio nella cultura psichedelica degli anni ‘60 e ‘70. Sempre a Bolzano il 10 novembre Alps Move dedica un intero pomeriggio all’improvvisazione contact. Dalle 15.00 alle 19.00 sul palco del Teatro di Gries gli interessati potranno praticare questa disciplina in compagnia dei danzatori di Alps Move (per iscrizioni tickets@alpsmove.it). Il festival si conclude il 14 novembre al Sudwerk, alle ore 20.00. Gli spettacoli in programma vedranno alternarsi Santija Bieza, da tempo residente a Bolzano, con la sua performance Saknes, che indaga i concetti di identità, patria e tradizioni in un mondo globalizzato, il collettivo VonPiderZuHeiss, con Born to Kill, che inscenerà l’avvicinamento della performer Nora Pider al mondo della caccia, ed infine la performance di danza contemporanea di Elisabeth Ramoser, In To. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.alpsmove.it.
 
Foto: Dimitri Kalaitzidis
 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets