09/03/2018 - 12:21pm      12:21

Tu sei qui

UNA PASSEGGIATA SULLE TRACCE DI FREUD


redazione-it
0

278

0

2
Italiano

Quando la temperatura aumenta, è possibile rinfrescarsi nella natura del Renon, al di sopra di Bolzano, che ha in serbo numerose proposte escursionistiche, tra cui un sentiero da Soprabolzano a Collalbo dedicato a Sigmund Freud, il famoso fondatore della psicanalisi. Da Bolzano la Passeggiata Freud è raggiungibile con la funivia che, in soli 12 minuti, conduce a Soprabolzano, a soli pochi minuti dal sentiero. Freud trascorse le vacanze sul Renon, a Collalbo, dove celebrò anche le nozze d’argento e scrisse il primo dei quattro saggi dell’opera “Totem e tabù: somiglianze tra vita mentale dei selvaggi e dei nevrotici”.
 
Nel 2006, in occasione del 150° anniversario della sua nascita, la passeggiata è stata ristrutturata e nuovamente inaugurata. Il sentiero numero 35 (piuttosto pianeggiante) conduce attraverso prati e boschi, costeggiando magnifici edifici antichi. La Passeggiata Freud offre numerose occasioni per ammirare la spettacolare natura circostante, schiudendo costantemente suggestivi panorami sulle cime, mentre i rami degli alberi, che donano una piacevole ombra, creano la cornice perfetta per fotografare emozioni indimenticabili. Numerose panchine fiancheggiano il sentiero, invitando a concedersi una sosta, mentre una serie di bacheche informative con citazioni di Sigmund Freud consente agli escursionisti di conoscerlo meglio. Inoltre, ogni estate, l’Associazione Turistica Renon organizza le escursioni guidate “Sulle tracce di Freud”.
 
Il tour fino a Collalbo dura circa un’ora e mezza. Gli ampi sentieri sono adatti sia alle famiglie, sia agli appassionati di jogging, mentre chi preferisce le comodità, può fare ritorno con il trenino a scartamento ridotto del Renon.
 
In presenza di bambini, una sosta al Museo delle Api è d’obbligo (lungo l’itinerario del ritorno, a soli sette minuti dalla stazione di Costalovara). Presso il maso Plattnerhof che, risalente a oltre 600 anni fa, accoglie oggetti storici e documenta la storia dell’apicoltura in Alto Adige, un sentiero didattico consente di scoprire numerosi dettagli interessanti. Non mancano naturalmente la degustazione di miele e la possibilità di respirare la sana aria degli alveari. Una gita lungo la Passeggiata Freud e la visita del Museo delle Api fanno da cornice a una piacevole esperienza in famiglia.
 
Foto: Tiberio Sorvillo
 
 
 
 
 


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets