02/07/2016 - 1:03pm      13:03

Tu sei qui

I CARRI, LE MASCHERE E IL DIVERTIMENTO DEL CARNEVALE


Ritratto di Mavi
Mavi
0

1535

0

9
Italiano

Un pomeriggio di festa, maschere e colori per le vie di Don Bosco. Dopo i lunghi preparativi nell'allestire con colla e cartapesta tutte le figure e le prove dei passi delle diverse coreografie, ha fatto tappa anche a Bolzano la tradizionale sfilata dei carri allegorici. Un appuntamento che riesce a divertire e a coinvolgere ogni anno tantissime persone insieme. Un pomeriggio di sole ha fatto da cornice a questo immancabile evento di Carnevale. Ma a rendere l'atmosfera giocosa sono stati i veri protagonisti di questo festoso appuntamento. Adulti e bambini di tutte le età che hanno preso parte sorridenti e divertiti alla parata, riempendo di festa e coriandoli le strade del quartiere. Le diverse associazioni legate al Carnevale di Laives hanno proposto bellissime e coloratissime scenografie, con musica e balli, e carri allegorici curati nei minimi dettagli. Uno dietro l'altro si sono susseguiti "Nessi...mostro di Laivez", il carro del Coro Monti Pallidi di Laives con il famoso mostro di Loch Ness, venuto fuori dal laghetto di Bronzolo e che si aggira per la città con il suo castello scozzese. "Automania" con le diverse macchine colorate e "C'era una volta" del Gruppo Carnevalesco Pineta, quest'ultimo ispirato alle favole che il nonno si ostina a raccontare, nonostante i ragazzi non lo ascoltino impegnati con i loro cellulari. "L'arca de noialtri" del Gruppo Avanti Nar Bronzolo e "Bidonzolo" con un'attenzione particolare alla salvaguardia dell'ambiente. Assieme ai carri hanno anche sfilato tantissimi figuranti truccati e mascherati. Molto caratteristici i travestimenti del gruppo peruviano e di quello boliviano, che hanno portato un tocco folcroristico con stoffe e maschere originali.


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets