06/11/2018 - 10:39am      10:39

Tu sei qui

LE STREGHE DELLO SCILIAR


Andreas Vicinanza
0

638

0

1
Italiano

Venerabili e esperte di piante curative, si riunirono sulle montagne, preparando pozioni e causando il maltempo. Donne con cappelli bianchi nascosti sotto voluminosi cappelli neri, pelle rugosa e abiti scuri che si confondono nella notte. Le streghe dello Sciliar hanno catturato l’immaginazione popolare da molti anni e non poche sono le storie che si raccontano su di loro. Inoltre, nel corso del tempo si sono trasformate anche in simpatici pupazzi.

I racconti popolari associano le streghe con il maltempo. Un temporale violento indica la presenza di questi esseri, che sfrecciano sopra le montagne sulle scope, inondando le valli con le loro risate. Un giorno un nano scoprì che le streghe pianificavano di causare un altro temporale, e all'ultimo minuto riuscì ad avvertire gli abitanti della zona.

La “pecora nera” del gruppo era la strega Martha. Il suo aspetto impauriva la gente, ma aveva un cuore d’oro, proteggendo gli abitanti del bosco e intrattenendo i bambini con dei racconti. Si narra inoltre che fosse capace di trasformarsi in uno scoiattolo. Un altro essere affilato alle streghe è lo stregone Hans, che secondo la leggenda ha partecipato ai loro raduni, acquistando forza e poteri sovrumani.

Sullo Sciliar esistono rocce che con la loro forma ricordano delle grandi sedie. Vengono chiamate panche delle streghe, dato che secondo la leggenda le streghe sedevano proprio su queste rocce; la “sedia” più prestigiosa naturalmente era riservata alla strega più autorevole e potente. È possibile ammirare queste formazioni naturali tutt'oggi, e sono diversi i percorsi didattici dedicati alle streghe.

Secondo un’altra leggenda un tempo esistevano delle donne bellissime che possedevano uno splendido giardino, più bello di quello di Laurino, re dei nani. Invidioso del prestigio del quale queste donne godevano, Laurino le diffamò chiamandole streghe e le trasformò in fiori, che nel linguaggio popolare si chiamano Schlernhexen (streghe dello Sciliar). La storia ha comunque un lieto fine dato che dopo qualche tempo le donne riuscirono a riacquistare il loro aspetto originale.

Queste leggende, come la figura della strega, sono radicate fortemente nella tradizione popolare. In tre località dello Sciliar si tiene la cosiddetta “notte delle streghe”. Il 30 aprile gli abitanti si travestono e girano per le strade, distribuendo dolcetti ai bambini e partecipando a balli tradizionali.


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets