05/29/2018 - 11:00am      11:00

Tu sei qui

GOLF DI MONTAGNA


Ritratto di Mavi
Mavi
0

357

0

2
Italiano

Se c'è una cosa che rende unica una partita a golf in Alto Adige è sicuramente il panorama delle Dolomiti che fa da contorno ai campi d’erba. Immense distese di verde, paesaggi mozzafiato che d’inverno si coprono di neve, raggiungere la buca superando ostacoli fatti di specchi d'acqua cristallina e ruscelli. Cimentarsi a colpi di swing su un green altoatesino con uno scenario naturalistico unico è un'esperienza da provare. Se per molti è considerato uno sport di nicchia, sta tornando in voga come un’attività accattivante e di tendenza. Sempre più appassionati raggiungono l'Alto Adige con i ferri nella sacca per una vacanza all'insegna del relax e senza rinunciare a qualche lancio. Il numero degli ospiti da Austria, Svizzera e dalla Baviera e più di recente dal Belgio e dalla Repubblica Ceca conferma questo trend.

E se è altrettanto vero che l'Alto Adige non gode di una lunga tradizione golfistica, di certo non mancano i campi disseminati tra le valli e ad alta quota dove mettersi alla prova. In tutto sono nove, ognuno con il suo carattere unico. Alcuni poco distanti da Bolzano. Sull'Alpe di Siusi il campo a diciotto buche, particolarmente ondulato, è adatto ad un golfista più esperto.

A Passo Carezza il campo a nove buche “The Mountain Beast” vanta un vero primato: è il più antico dell'Alto Adige ed era frequentato dalla nobiltà europea già all'inizio del secolo scorso. Qui i percorsi impervi e inclinati sono il paradiso del golfista che vuole misurarsi con diversi livelli di difficoltà. Immerso nella valle e più agevole rispetto ai campi alpini a ridosso delle Dolomiti c'è il Golfclub di Appiano "The Blue Monster", particolare per i suoi numerosi specchi d'acqua. Infine ci sono i campi pratica dove allenarsi con i tiri corti. Il più vicino a Bolzano è il Training Center Freudenstein ad Appiano.

(Foto: Golf in Südtirol)


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets