05/14/2018 - 10:04am      10:04

Tu sei qui

"NOI ROBOT" TRA TEATRO, FANTASCIENZA E INTELLIGENZA ARTIFICIALE


redazione-it
0

109

0

1
Italiano

Le incursioni teatrali di “Fuori! il teatro fuori dal Teatro” promosse dal Teatro Stabile di Bolzano e dal Dipartimento alla cultura italiana della Provincia proseguono al NOI Techpark domani, martedì 15 maggio (ore 20.45) con lo spettacolo Noi, Robot. Ispirandosi ai romanzi di Isaac Asimov, lo spettacolo indaga il significato di essere umano ed è scritto da Andrea Brunello che lo interpreta assieme a Laura Anzani per il Jet Propulsion Theater, il laboratorio permanente della Compagnia Arditodesìo destinato alla creazione teatrale collegata alla scienza e al racconto scientifico.

Nell’Uomo Bicentenario il grande visionario Isaac Asimov descrive un robot umanoide che desidera diventare umano. Ma i suoi desideri non possono realizzarsi a causa della sua stessa natura, prima di tutto per via della sua mancanza di mortalità. Nonostante questo il robot mostra le caratteristiche di un buon essere umano: prova compassione, è creativo, ha desideri e può provare dolore… forse “esso” può diventare un “lui”? Noi, Robot tocca il tema di cosa voglia dire essere umano e cosa sia l’amore nell’era delle macchine pensanti.

Lo spettacolo indaga la possibile connessione fra il nostro cervello e quello delle macchine e prova che la relazione fra due “individui”, uno umano e l’altro macchina, non è affatto semplice e può portare a dei paradossi insormontabili. Noi, Robot scritto con la supervisione sugli aspetti filosofici di Enrico Piergiacomi è una “trappola” per il pubblico che diventa giudice inconsapevole di un dramma molto difficile da risolvere: può esistere una relazione sentimentale fra un essere umano e una macchina?

In scena ci sono due personaggi, una donna (ricercatrice nel campo della Intelligenza Artificiale) ed un uomo (astrofisico di fama mondiale). Ma da subito ci accorgiamo che non tutto è come sembra, che c’è un segreto…

Lo spettacolo, come tutti gli appuntamenti di “Fuori”, è a ingresso gratuito. La tappa successiva della rassegna sarà il 24 maggio alle 20.45 al Parco dei Cappuccini di Piazza Verdi 23, quando i partecipanti a Giovani in scena Young presenteranno il saggio conclusivo del loro percorso formativo dedicato alla Commedia dell’Arte.


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets