05/07/2018 - 12:43pm      12:43

Tu sei qui

FONTANE A BOLZANO, STORIA E ANEDDOTI


Andreas Vicinanza
0

415

0

1
Italiano

Elemento molto apprezzato per abbellire le città, le fontane sono presenti anche a Bolzano. Queste costruzioni risalenti a epoche passate sono ricche di storia e di aneddoti. La fontana forse più conosciuta è quella ai piedi del monumento dedicato a Walther von der Vogelweide nella centrale piazza Walther. Costruita nel diciannovesimo secolo, è considerata una delle fontane più pregevoli della città.

In Piazza delle Erbe si trova un’opera che ha le sue origini nel diciottesimo secolo: la Fontana di Nettuno, classificata tra le cento più belle dell’Italia. Detiene anche un altro primato: nel Settecento era l'unica fontana monumentale della città. Suscita grande interesse la statua che raffigura Nettuno, dio del mare. Nella sua mano impugna un tridente; ai suoi piedi si trovano tre delfini. Due curiosità: i bolzanini la chiamano “oste con la forchetta”, la seconda è che il tridente, alcuni anni fa, è stato rubato solo per essere ritrovato un paio di giorni dopo.

Davanti alla stazione di Bolzano siedono le rane in bronzo. Fanno infatti parte della Fontana delle Rane, ricostruita dopo essere stata distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Caduta in disuso in tempi recenti, la fontana è stata rimessa in sesto nel 2017. Funziona con acqua riciclata, limitandone quindi lo spreco.

Altra opera importante è la Fontana delle Naiadi in piazza Tribunale, costruita negli anni Cinquanta per abbellire piazza Venezia a Trento. All’interno della vasca della fontana si trova una statua che raffigura delle ninfe nude, fatto non visto di buon occhio: la fontana fu rimossa e quattro anni dopo venne ricollocata a Bolzano, dove si trova tuttora.

Foto: Hiroki Ogawa


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets