12/29/2017 - 12:06pm      12:06

Tu sei qui

I VIRTUOSI DEL CIOCCOLATO


Ritratto di Mavi
Mavi
0

162

0

6
Italiano

Difficile resistere davanti ad una cioccolata calda in un pomeriggio d'inverno. Quando arriva l'imbrunire e si accendono le prime luci in città, una pausa all'insegna della dolcezza è l'ideale per concludere una passeggiata in centro o un pomeriggio di shopping. Le vetrine e i banconi delle pasticcerie bolzanine seducono con i colori e i profumi di dolci al cucchiaio, biscotti, torte decorate, esposti in bella vista per accompagnare una bevanda calda. In inverno, accanto al classico panettone e ai dolci tipici della tradizione altoatesina come i Lebkuchen e lo Zelten, gli artisti del dolce riservano delle vere sorprese. Se la classica Sacher o il cuoricino di lamponi sono sempre presenti durante l'anno, sul bancone della pasticceria Acherer nel periodo invernale fanno capolino dolci monoporzione che inebriano anche solo alla vista. Il pasticcere Andreas gioca con i prodotti di stagione per sempre nuovi accostamenti. Per accompagnare una tazza di tè si può scegliere tra dessert alla gianduia con semi di zucca, una mousse al cioccolato con amaretto, mousse speziata al cioccolato, pan di spagna bagnato al vin brulé abbinato ad una mousse al cioccolato con un inserto di pere. Anche Margit Dollinger della storica pasticceria Hofer, a due passi dal museo che ospita la Mummia Ötzi, sa bene come accontentare i palati più esigenti. I biscottini da tè durante il periodo di Natale profumano di zenzero e cannella e una fetta di torta al grano saraceno è sempre apprezzata per la merenda. Con il punch fumante si possono abbinare i Lebkuchen e non è difficile trovare ancora le paste con le castagne. Sempre tanta curiosità suscitano le figure in cioccolata di San Nicolò e dei Krampus esposte in vetrina. Per un regalo goloso che richiama i sapori dei prodotti locali basta raggiungere la vivace piazza Erbe. La vetrina di "Chocolat" cattura l'attenzione. Le tavolette di cioccolata più richieste sono le "Bozner blumen" con i fiori di montagna della zona nell'impasto. Ma anche quelle aromatizzate con scaglie di mela, semi di cembro oppure con il pane croccante, il famoso Schüttelbrot.

(Foto: Tiberio Sorvillo) 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets