12/01/2017 - 8:46am      08:46

Tu sei qui

ÖTZI DEBUTTA AL CINEMA: ECCO IL FILM SULLA SUA VITA


Ritratto di Mavi
Mavi
0

165

0

1
Italiano

Non è certo la prima volta che Ötzi, la famosa mummia del Similaun, si presta a diventare protagonista di un film. Già qualche mese fa a Bolzano una troupe era intenta a girare "Ötzi e il mistero del tempo" diretto da Gabriele Pignotta. Ma in questi giorni sul grande schermo è possibile immergersi completamente nella sua storia, in particolare ripercorrere gli ultimi giorni della sua vita. È uscito nelle sale da qualche giorno “Der Mann aus dem Eis” (L’uomo venuto dal ghiaccio) del regista tedesco Felix Randau, che si è anche occupato della sceneggiatura.

Per la prima volta - ed è questa la particolarità - in un film di finzione vengono ripercorsi gli avvenimenti che hanno portato alla misteriosa morte di Ötzi oltre 5.000 anni fa. Il protagonista – che nel film viene chiamato Kelab - è interpretato da Jürgen Vogel. Nel cast compare anche Franco Nero oltre a numerosi giovani attori altoatesini come Martin Schneider e Paula Renzler. E in loco inoltre sono state girate gran parte delle riprese, in collaborazione con IDM Alto Adige. La fotografia ritrae magistralmente splendidi paesaggi della Val Senales e della Val di Vizze. Altre riprese sono state girate anche nelle malghe a Moso in Passiria e al Bunker Mooseum. L'ambientazione è, ovviamente, nel Neolitico. Kelab è il capo e sciamano della sua tribù. Mentre è a caccia, il villaggio in cui vive viene preso d'assalto e i suoi cari sterminati. Kelab intraprende dunque un viaggio tra le montagne in cerca di vendetta. La ricostruzione dell'accampamento, le armi utilizzate e i costumi sono pressoché fedeli a quelli del tempo e i dialoghi – quasi del tutto assenti – in quella che si presume sia stata la lingua di Ötzi.

Per una ricostruzione fedele dell'ambientazione è stato di aiuto il Museo Archeologico. Due anni fa, racconta la direttrice Angelika Fleckinger, il regista ha presentato loro il soggetto del film e richiesto una consulenza scientifica. «Anche se si tratta di un film di finzione e non di un documentario, era necessario che i dettagli fossero attinenti alla storia di Ötzi: gli attrezzi, l'insediamento, la lingua...». Poi grande spazio alla finzione e una punta di orgoglio per l'attenzione che arriva anche da oltreoceano per l'Uomo venuto dal ghiaccio. «Ötzi non viene concepito solo come un reperto archeologico ma è divenuto un personaggio con un carattere e una storia. E spesso suscita emozioni. Per questo gli vengono dedicati film, fumetti, libri».

Leggi anche:

ÖTZI, VITA DA STAR 


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets