11/12/2017 - 9:33am      09:33

You are here

PIRANDELLO A TEATRO: UNA RILETTURA DI BERNARDI


Mavi's picture
Mavi
0

476

0

1
3.20
Overall rating
Allestimento
2.7
Luci
3.2
Soggetto
3.5
Attori
3.6
Pubblico
3.0
Italian

Dopo aver diretto lo scorso anno "La cucina" di Arnold Wesker, Marco Bernardi torna alla regia teatrale con un grande classico del repertorio pirandelliano: "Questa sera si recita a soggetto", presentato al Teatro Comunale di Bolzano in prima nazionale. “Questa sera si recita a soggetto" è la terza opera – dopo "Sei personaggi in cerca d'autore" e "Ciascuno a suo modo" – che chiude la Trilogia del cosiddetto teatro nel teatro. Chi conosce Pirandello si aspetta certamente di ritrovare quegli elementi che compongono la sua poetica teatrale e Bernardi non delude le aspettative. Nella rappresentazione bolzanina grande spazio viene concesso alla figura di Hinkfuss, regista maniacale che tenta di tenere le redini dello spettacolo mentre una nutrita compagnia di attori sul palco reclama il diritto di recitare senza un copione secondo la spontaneità dell'azione. La novella su cui si basa lo spettacolo è "Leonora addio!" in cui si racconta di Mommina tenuta prigioniera dalla gelosia del marito Rico Verri. L'azione si svolge in una città dell'interno della Sicilia, dove le passioni sono forti e divampano violente (Hinkfuss introduce così lo spettacolo nel lungo prologo). La novella rappresenta un caso di gelosia, nell'unica famiglia in città aperta ai forestieri. Hinkfuss guarda allo spettacolo come ad un trattato di regia. Ne scandisce i tempi (" Ho diviso lo spettacolo in tanti quadri e brevi pause" ) e anticipa le sorprese che ci saranno durante l'intervallo tra il primo e il secondo atto. Non risparmia qualche indicazione generale per orientare il pubblico e dopo il gong iniziale invita gli autori sul palco per la presentazione dei personaggi. Il suo compito non finisce qui. " Io sarò qui, pronto ad intervenire se ce ne sarà bisogno", conclude. Il resto è caos apparente e pretesto per riflettere sul teatro. Dal testo pirandelliano emerge ben presto una dimensione precisa e il vero soggetto diviene l'imprevedibilità di quanto accade sulla scena. Nella rilettura di Bernardi questo aspetto è fortemente calcato. Lo spettacolo viene accolto con favore dal pubblico che non risparmia gli applausi a fine rappresentazione. Ma le reazioni non sono unanimi. Qualcuno in sala storce il naso un po' deluso come spesso accade quando si maneggia un grande classico.


Sponsored ads


Search

Search form


Latest From


Latest Tweets