09/14/2017 - 1:03pm      13:03

Tu sei qui

ALPS MOVE, TORNA IL FESTIVAL DI DANZA CONTEMPORANEA


Ritratto di Mavi
Mavi
0

209

0

4
Italiano

Sarà il tema del corpo, inteso sia in senso individuale che con un rimando metamorfico alla collettività, a fare da fil rouge alla prossima edizione di Alps Move, il festival di danza contemporanea e teatro sperimentale made in Alto Adige. E non è un caso che proprio il tema del corpo faccia da filo conduttore ad una rassegna dedicata alla danza e al movimento. Alps Move dal 2006 fa da casa a coreografi, artisti, ballerini locali. Non solo. Come per le passate edizioni, la volontà della Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza, promotrice dell'evento, è quella di riportare in regione anche quegli artisti, con compagnia al seguito, che operano e si sono trasferiti all'estero. Il festival avrà inizio il prossimo 6 ottobre e durerà fino al 18 novembre. Inonderà di spettacoli a teatro e in strada i Comuni di Lana, Merano, Bressanone e Bolzano. In cartellone dieci appuntamenti e 14 produzioni di danza contemporanea e teatro sperimentale.

Ad aprire le danze, è il caso di dirlo, due performance a Lana: lo spettacolo Fratelli Cortinas, per la regia di Helga Maria Walcher il 6 ottobre, alla Raiffeisenhaus (inizio ore 20) e la performance di strada Now – Tanz auf der Strasse, prodotto da IDEA – tanztheaterperformance e interpretato dai ballerini Riccardo Meneghini e Anastasia Kostner il 10 ottobre, in programma alle 10.30 e alle 11.30 nella zona pedonale “Am Gries”. Spazio all'improvvisazione per strada anche a Bolzano: in collaborazione con l’iniziativa del comune di Bolzano HAP, ci si potrà imbattere casualmente in Now camminando per le strade della città nei diversi quartieri. Ad aprire ufficialmente la rassegna saranno 7 spettacoli alla Raiffeisenhaus di Lana. Da segnalare le due performance di Marion Sparber il 12 ottobre (alle 20.00); Ich und Du - Noi Due, della coreografa e regista Sabine Raffeiner, e Leader – Eine Frage der Perspektiven/Una questione di punti di vista di Tania Ottavi che porta in scena otto danzatori per un allestimento incentrato sulle dinamiche legate al concetto di leadership. Infine una prima assoluta della danzatrice coreana Yunjung Kim, Paper on the Water 2017, una coreografia ispirata al rapporto tra uomo e natura e allo scioglimento dei ghiacciai.

Dopo lo spettacolo Panta Rhei di Martina Marini il 27 ottobre a Merano, la rassegna della Cooperativa Sudtirolese Teatro Danza si concluderà a Bolzano, dove avranno luogo tre appuntamenti. Grazie al sostegno della Camera di Commercio di Bolzano, il Palazzo Mercantile ospiterà due performance il 15 novembre: lo spettacolo con la danzatrice lettone Santija Bieza, Delegating life – Experts of what, exactly?, a seguire Plasm, con la coreografia di Claudia Tomasi. Una prima assoluta e una prima italiana andranno in scena al Teatro Comunale di Gries il prossimo 17 novembre. In programma lo spettacolo Deviazione rilevabile con Stefania Bertola in collaborazione con Quinta Danza e Teatro Blu; Diversi Due, una coreografia interpretata da Josu Lezameta e Gabriella Maiorino ed infine la prima italiana di Flexibilmente della compagnia KAZE. A conclusione del festival il 18 settembre si terrà un workshop con i membri della Tanzkooperative, sempre al Teatro Comunale di Gries (dalle ore 14.00 alle ore 20.00).

Quest’anno Alps Move cerca anche la collaborazione di altre istituzioni per creare una rete di cooperazione. Grazie ad un accordo con il Teatro Cristallo e il Centro Servizi Culturali Santa Chiara chi acquisterà un biglietto ad uno degli spettacoli di Alps Move potrà ritirare gratuitamente la Cristallo Card presso le casse del Cristallo, e godere così di una riduzione su tutti gli spettacoli della rassegna InDanza Bolzano (al Teatro Cristallo e al Teatro Comunale). I possessori di Cristallo Card avranno anche diritto ad un biglietto ridotto sugli spettacoli di Alps Move.

Maggiori informazioni sul sito www.alpsmove.it


Sponsored ads


Search

Form di ricerca


Ultime Notizie


Latest Tweets